Copertina: Waiting for Christmas

Tino Stefanoni, Senza titolo (2006)

Mancano tanti giorni, eppure non era finito novembre che le fette di cielo sopra le nostre città erano già tintinnanti di addobbi e luci natalizie e sugli scaffali dei supermercati ci corteggiano da mesi le confezioni regalo. Come non vedessimo l’ora di festeggiare, quasi fosse un placebo. Non va tutto proprio al meglio in questo paese, quindi coccoliamoci con l’atmosfera natalizia, ogni anno sempre più in anticipo. Anche Nèura vuole assecondare questa rincorsa verso le feste e, aspettando il Natale, andiamo a cercare l’arte che può rendere più belli i nostri alberi, come le ceramiche del laboratorio San Giorgio di Albissola Marina e più poetici i nostri presepi come i macachi.

Questo sognante paesaggio innevato di Tino Stefanoni, che abbiamo scelto per la copertina, non ci accoglie forse come un “presepe” contemporaneo? Il linguaggio silente della sua opera, enigmatico e mai ovvio (contro ogni apparenza), ci attende alla Galleria Credito Valtellinese di Milano.

Dissociamoci per un attimo da queste amenità e incontriamo l’antiartista Odd Nerdrum, con il suo linguaggio antico, Territorio instabili, la mostra curata da Walter Guadagnini e Franziska Nori alla Strozzina di Firenze, e ringraziamo Roberto Calò per il suo primo intervento su Nèura e l’accurata analisi dell’opera del pittore svedese.

Andiamo dietro le sbarre, in un ex carcere giudiziario appena restaurato a San Vito al Tagliamento (Pn) dove un gruppo di artisti riflette sul tema della prigionia e della libertà. Perché il Natale che si avvicina, ci rende più sensibili anche a questi temi.

Quale corrente artistica è più vicina alla dolcezza delle leggende di natale che l’impressionismo? Manet, Cézanne, Monet, Renoir, Degas, Sisley, vengono ricordati da quattro mostre italiane e le Nèurastenie di questa settimana sono proprio dedicate a loro, agli #impressionisti.

Buona lettura e buon non-Natale!

La Nèuraredazione


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>