Giallo giallo illustrato da Mark Alan Stamaty: il dettaglio delle storie

di Anna CastellariGiallo giallo è un delizioso albo che ritorna in libreria a distanza di oltre quarant’anni grazie alla ormai assodata lungimiranza di orecchio acerbo, di cui conosciamo ormai diversi volumi. Scritto da Franck Asch, è stato illustrato da Mark Alan Stamaty.

La copertina di Giallo giallo, Frank Asch e Mark Alan Stamaty, orecchio acerbo 2013.

«Non dite “cose” per definire quello che vedete!», diceva la mia maestra. Ma il groviglio di mondi, oggetti, universi, come non definirlo con un generico “cose”, quando si guardano? Sono dettagliatissime e piene di cose, quindi, e di mondi e di altre storie, le scene di Mark Alan Stamaty, colosso del fumetto statunitense nato a Brooklin, amico dell’autore del libro di cui parliamo oggi, Franck Asch. Giallo giallo è il primo libro che, nel 1971, venne dato alle stampe in Italia dall’allora milanese Emme Edizioni e da Rosellina Archinto, autentica guru delle pubblicazioni illustrate in Italia – fu lei a voler pubblicare, tra gli altri, Eric Carle, Maurice Sendak, Leo Lionni e molti altri protagonisti mondiali di questa arte.

Tornando alle illustrazioni di Stamaty, esse hanno un fondamentale pregio, che possiamo apprezzare da adulti ma in special modo da bambini: l’attenzione al dettaglio. Siamo in un mondo anglosassone, in cui il bianco e nero non ha meno valenza di un’illustrazione colorata, bensì una sua specifica dignità estetica, che non rende affatto meno attraente o curato un disegno, anzi. Se i colori sono uno la somma di tutti i colori esistenti e l’altro la negazione degli stessi, l’illustratore dà un’estrema importanza al particolare, ma non solo. Attraverso di esso, infatti, e attraverso l’approfondimento di ogni singolo elemento della scena, si penetrano altri mondi, che negli occhi di un bambino hanno poteri perfino ipnotizzanti.

Giallo giallo, pagine 14-15.

Di qui, la doppia valenza del volume: quella di intrattenimento, dal momento che il piccolo (e il grande) lettore si immedesima nel piccolo protagonista, vivendo le sue storie e quelle di chi lo circondano; e quella didattica, dato che le illustrazioni insegnano ai bambini e li abituano a “guardare a fondo, oltre”.

Questi disegni non rischiano di deconcentrare l’attenzione dalla storia, essendo la stessa, al contrario, estremamente semplice, e perché quei dettagli portano tutti a riprendere il filo della storia stessa. E quando il mondo del protagonista viene sconvolto dalla perdita del cappello giallo, non gli resta che disegnare lui stesso un mondo immaginario, stimolando nei bambini che leggono quella storia un’analoga volontà: quella di creare mondi attraverso la fantasia. Giallo, così, non è più – soltanto – il colore della follia.

Mark Alan Stamaty

Giallo giallo
di Franck Asch, illustrazioni di Mark Alan Stamaty

Editore. orecchio acerbo
Data di pubblicazione. Novembre 2013
Prezzo. 15 euro
Pagine. 48

Sito web. www.orecchioacerbo.com | www.stamaty.engelbachdesign.com


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>