Nèurastenie n° 58: #Impressionisti

di Roberto RizzenteViene considerato, non a torto, il movimento che aprì le porte alle sperimentazioni artistiche del Novecento, portando alle estreme conseguenze le premesse implicite nella dottrina realista. Gli artisti che decretarono la fortuna dell’Impressionismo, da Manet a Cézanne, da Monet a Renoir, da Degas a Sisley, vengono ora ricordati da quattro, grosse mostre italiane, straordinariamente ricche di opere, provenienti dalle più importanti collezioni mondiali.

#Roma

Stati Uniti, XX secolo, anni ‘20: Andrew W. Mellon, comincia ad acquistare alcuni capolavori dell’arte europea. Passano gli anni, i figli del magnate ereditano la passione del padre, accumulando una fortuna. Il cuore della Collezione Mellon, dedicata agli impressionisti e postimpressionisti, viene presentato ora a Roma nella mostra “Gemme dell’Impressionismo. Dipinti della National Gallery of Art di Washington”, nata dalla collaborazione di Roma Capitale-Assessorato alla Cultura con la National Gallery of Art di Washington, l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura e la curatela di Mary Morton.

DOVE E QUANDO
Nuovo Spazio Espositivo Ara Pacis
Roma, Lungotevere in Augusta
Fino al 23 febbraio

INFO E CONTATTI
Orari.
da martedì a domenica 9-19
Ingresso. intero 10 euro ǀ ridotto 8.40 euro
sito web. www.arapacis.it

#Firenze

Si era tenuta in primavera, presso il Museo de l’Orangerie a Parigi, la mostra “I macchiaioli des impressionistes italiens?” Per l’occasione, la Galleria d’Arte Moderna Palazzo Pitti prestò all’istituzione francese diciotto opere della collezione. Il Museo d’Orsay ricambia ora il favore con dodici capolavori, da Degas a Monet, da Cézanne a Renoir, da Pisarro a Fantin Latour e Guigou, esposti fino a gennaio nel Salone da Ballo del Quartiere d’Inverno della Galleria. “Impressionisti a Palazzo Pitti”, a cura di Simonella Condemi e Rosanna Morozzi, è suddivisa in due sezioni: esterni e interni.

DOVE E QUANDO
Galleria d’Arte Moderna Palazzo Pitti
Firenze, Piazza de’ Pitti 1
Fino al 5 gennaio

INFO E CONTATTI
Orari.
da martedì a domenica 8.15-18.50
Ingresso. intero 13 euro ǀ ridotto 6.50 euro
sito web. www.impressionistiafirenze.it

#Torino

Suddivisa in nove sale, “Renoir. Dalle collezioni del Musée d’Orsay e dell’Orangerie”, tra le più complete mai realizzate, analizza l’opera di Renoir a partire dai grandi temi che l’hanno attraversata, spesso contravvenendo agli stereotipi che ancora ne viziano la comprensione, dai ritratti a Parigi negli anni sessanta dell’Ottocento alle donne, dai paesaggi alla scoperta dell’infanzia, dai nudi alle composizioni floreali, dai locali da ballo a opere-cardine come le Bagnanti o Ragazze al piano, con un occhio di riguardo agli influssi che questa pittura ha avuto, nella storia dell’arte a venire.

DOVE E QUANDO
GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea
Torino, via Magenta 31
Fino al 23 febbraio

INFO E CONTATTI
Orari.
da martedì a domenica 10-19.30 ǀ giovedì 10-22.30
Ingresso intero 12 euro ǀ ridotto 9.80 euro
sito web. www.mostrarenoir.it

#Pavia

Provengono un po’ da tutto il mondo, il Columbus Museum of Art dell’Ohio, il Musée d’Orsay, la Johannesburg Art Gallery, il Mnar di Bucarest e il Latvian National Museum of Art di Riga, le opere esposte a Pavia per la mostra “Monet au cœur de la vie”, a cura di Philippe Cros. Novità dell’esposizione è l’attenzione riservata alla vita di Claude Monet, ricostruita  attraverso le lettere custodite dal Musée des Lettres e de Manuscripts di Parigi e narrata dalle voci di sei personaggi, col concorso di videoinstallazioni. L’esposizione è corredata da attività didattiche, laboratori creativi ed eventi diffusi sul territorio.

DOVE E QUANDO
Scuderie del Castello Visconteo
Pavia, Piazza Castello
Fino al 15 dicembre 2013

INFO E CONTATTI
Orari.
da lunedì a venerdì 9-19 euro ǀ sabato e domenica 9-20
Ingresso. intero 15 euro ǀ ridotto 13 euro
sito web. http://scuderiepavia.com

#fuoritema

Sono spesso considerati come “la via italiana all’impressionismo”. I macchiaioli, il gruppo di artisti attivi a Firenze a partire dal 1852, che come i colleghi francesi si ribellarono allo stile accademico della pittura tradizionale, in favore di un’arte onesta e senza artifici, vengono ora ricordati, dopo le tappe primaverili al Musée d’Orsay e l’Orangerie di Parigi, dalla mostra “Macchiaioli. Realismo impressionista in Italia”, in programma alla Fundación Mapfre di Madrid. Le opere provengono da svariate collezioni italiane, da Firenze a Roma, da Milano a Venezia, fino a Livorno e Viareggio.

DOVE E QUANDO
Fundación Mapfre
Madrid, Paseo de Recoletos 23
Fino al 5 gennaio

INFO E CONTATTI
Orari.
lunedì 14-20 ǀ da martedì a sabato 10-20 ǀ domenica 11-19
Ingresso libero
sito web. www.exposicionesmapfrearte.com/macchiaioli/


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>