Nèurastenie n° 61: #donne

di Sonia CoscoSe i primi giorni dell’anno sono quelli dei pronostici e dei buoni proponimenti, con le nèurastenie a tema #donne, ci auguriamo (e chi scrive è di parte, lo ammette) un anno di arte sempre più al femminile. Donne artiste alla ribalta, mostre su temi attuali, sulle donne del passato, ma anche su quelle di oggi e che verranno. Focus sulle grandi questioni ancora aperte, ma anche un po’ di leggerezza, perché l’universo femminile è un caleidoscopio di complessità. Risparmiateci, però, la retorica delle quote rosa.

 

#Roma

Che sono molti gli stereotipi sugli ebrei è cosa risaputa, ma quanti siano quelli legati alle donne ebree all’interno delle loro comunità è cosa meno nota e un’interessante mostra vuole raccontarli. Daughters of the King (Figlie del re) è in programma fino al 15 gennaio alla Ermanno Tedeschi gallery di Roma. Si tratta dell’esposizione della fotografa Federica Valabrega che vuole ribaltare i pregiudizi e i luoghi comuni. Da New York a Gerusalemme, da Parigi a Casablanca, il viaggio in bianco e nero all’interno di un mondo spesso molto chiuso e complesso, ne svela tutta la complessità e la spiritualità al femminile.

DOVE E QUANDO
Roma, Ermanno Tedeschi Gallery
Fino al 15 gennaio

INFO E CONTATTI
sito web. http://www.etgallery.it/mostra/federica-valabrega-daughters-of-the-king/

 

#Napoli

La storia delle donne è fatta, purtroppo, spesso di occasioni mancate, di ruoli in ombra, di sproporzione fra impegno e riconoscimento. La mostra Nobel negati alle donne di scienza sarà un’occasione per riflettere sul tema dei pochi Nobel assegnati alle donne, del rapporto tra donne e scienza e sul difficile riconoscimento del loro ruolo da parte della società. Che siano solo 16 dal 1901 i premi Nobel assegnati alle scienziate, dovrebbe far riflettere, in quanto gli uomini premiati nelle stesse discipline (fisica, chimica, medicina) sono più di 500. Basta un caso per tutti: a scuola ci hanno insegnato che Wilkins, Watson e Crick realizzarono il modello a doppia elica del DNA e per questo ricevettero il premio Nobel. In pochi sanno (la verità è emersa troppo tardi) che i due scienziati realizzarono il modello grazie alle fotografie della diffrazione ai raggi X del DNA scattate dalla collega Rosalind Franklin che Wilkins aveva sottratto  dal laboratorio della scienziata.

DOVE E QUANDO
Napoli, Stazione Zoologica Anton Dohrn
Fino al 16 gennaio 2014

INFO E CONTATTI
sito web. http://www.szn.it/

 

 

#Firenze

 

Donne protagoniste del Novecento è la mostra che la fondazione della Galleria del Costume di Palazzo Pitti dedicata alla moda femminile. Abiti, accessori, fantasia e creatività sono gli ingredienti di questo percorso nella moda del XX secolo. Protagoniste indiscusse sia nel ruolo di chi indossa gli abiti, che di chi li crea e realizza, le donne hanno fatto emerge nell’abbigliamento la loro capacità di coniugare estro e concretezza, arte e artigianato. Il percorso espositivo (la direzione dei lavori è dell’architetto Mauro Linari) mostra i capi realizzati da Rosa Genoni, donna socialmente impegnata e promotrice della moda made in Italy, le tuniche realizzate da Fortuny per Eleonora Duse e i leggendari abiti di donna Franca Florio. Una chicca è rappresentata dalla donazione di  alcuni abiti di Patty Pravo indossati durante tre edizioni del Festival di Sanremo.

DOVE E QUANDO
Firenze, Palazzo Pitti

INFO E CONTATTI
sito web. http://www.polomuseale.firenze.it/

 

#Roma

 

Quanti volti ha una donna? infiniti, ovviamente. Ma la tentazione di catturarli è troppo forte per gli artisti. Ne possiamo vedere solo alcuni fra i tanti, nella collettiva Il Volto delle Donne. Atto di S-Velamento n.2 che vuole indagare le sfumature delle emozioni al femminile. 19 sono gli artisti (uomini e donne) che si cimentano attraverso il proprio personale linguaggio con l’antica questione femminile: Evita Andujar, Gianfranco Caldarelli, Franco Confessore, Maurilio Cucinotta, Lorella Gallina, Giuseppe Giganti, Luciano Lombardi, onda bianca, Emiliano Yuri Paolini, Roberto Pavoni, Veliciu Petronela, Alessandro Piccinini, Marco Pietrosanti, Gabriella Pitarresi, Stefano Rauzi, Grazia Salierno, Egidio Scardamaglia, Veronica Valle, Beppo Zuccheri presentati, nei loro lavori, dalla storica e critica d’arte Laura Turco Liveri.

DOVE E QUANDO
Roma, spazi espositivi dei Cantieri Rubattino di via Rubattino 1
Fino al 25 gennaio 2014

INFO E CONTATTI
sito web. http://www.cantierirubattino.it/

 

 

#Pisa

Il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi era l’anno scorso, ma prosegue presso la Fondazione Cerratelli di San Giuliano Terme, la mostra Le Donne di Verdi, un evento espositivo che ha come protagoniste le eroine verdiane. Ancora vestiti, quindi, che permettono una ricostruzione affascinante dei titoli delle opere musicate da Verdi e fanno anche storia del costume e della sartoria di altissima qualità, con nomi quali: Zeffirelli, Anna Anni, Pier Luigi Pizzi, Danilo Donati. Scandito cronologicamente, il percorso espositivo permetterà anche un’immersione uditiva nella musica e nel canto. La mostra è a cura di Floridia Benedettini e Diego Fiorini.

DOVE E QUANDO
Pisa, Fondazione Cerratelli, Villa Roncioni, via Statale dell’Abetone, 226 Pugnano – San Giuliano Terme
Fino al 23 febbraio 2014

INFO E CONTATTI 
sito web.  http://www.fondazionecerratelli.it/home.html

 

 


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>