Storie di burattini a Savona. La collezione Gambarutti

di Sonia CoscoC’era una volta. “Un re!” diranno subito i miei piccoli lettori. “No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno”… A Savona si raccontano storie di burattini, tutte da scoprire.

Fino al 4 maggio 2014 è visitabile presso la Pinacoteca Civica di Savona la mostra “Animati dal filo della passione. La collezione Gambarutti: storie di burattini e burattinai nella Savona del Novecento“.
Più che di una mostra in senso classico, si tratta di un percorso espositivo a tappe, che si articola lungo l’itinerario di visita della Pinacoteca Civica, e presenta una selezione di esemplari della ricca collezione della famiglia Gambarutti, dinastia di burattinai operante tra fine Ottocento e prima metà del Novecento tra Liguria e Piemonte.

Afferma l’assessore alla Cultura Elisa Di Padova: «Il fondo teatrale Gambarutti conservato dalla famiglia a Savona rappresenta una diretta testimonianza di un’intensa attività umana ed artistica. Possiamo dire che la collezione Gambarutti offre uno spaccato di società, cultura e tradizione della nostra città di grandissimo valore. Questa mostra è un vero e proprio dialogo tra più forme d’arte: quelle delle collezioni di Palazzo Gavotti e i burattini figli di una cultura popolare che sono state inserite con sapienza in un percorso a tappe nel classico percorso museale. Un modo nuovo anche di leggere e visitare il nostro Museo».

La collezione, che nella sua completezza è costituita da circa 280 esemplari, realizzati tra il 1850 e il 1960, costituisce un unicum e un’eccellenza del teatro e della cultura popolare del nostro territorio: proprio per il valore storico che la collezione Gambarutti riveste, i contenuti di approfondimento sono stati affidati alla professoressa Luisa Faldini, docente di Antropologia dei movimenti politico-religiosi presso l’Università di Genova, e al professor Roberto Trovato, Docente di Drammaturgia presso l’Università di Genova.

L’iniziativa è promossa dall’Istituto Comprensivo Savona IV e dall’Associazione Judax Agorà in collaborazione con il Comune, curata per la parte di concept, progetto grafico e allestimento dall’agenzia di comunicazione Punto a capo, con il contributo di Fondazione De Mari, Coop Liguria. Cassa di Risparmio di Savona e Savona Rotary Club.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>